LE CONFESSIONI DI MADDALENA INTERVISTA

AGO01_00163311000001h
Maddalena la Dea del Salento

Le confessioni di Maddalena Corvaglia

Vent’anni fa pronunciavi la parola “velina” per indicare una circolare diramata ai giornali dal governo o da un partito con l’intento di ottenere un atteggiamento conformistico. Oggi invece dici “velina” e pensi subito a Elisabetta e Maddalena, la bruna e la mora di “Striscia la Notizia”. E il lavoro di “Velina”, saper ballare e muoversi sul palco del telegiornale più velenoso e satirico del piccolo schermo, è il sogno di migliaia di ragazze. Maddalena Corvaglia nata a Galatina, in provincia di Lecce, tre anni fa si presentò a Milano, alle selezioni del programma di Antonio Ricci, quasi per gioco. La madre spedì una sua foto, poi il suo sorriso e la sua semplicità fecero il resto. «Ho avuto molta fortuna ed è stata un’esperienza bellissima. Dopo tre anni l’avventura con “Striscia” è finita e mi dispiace molto. Sono più libera dagli impegni, ma avrò nostalgia del ruolo di Velina, mi sono divertita molto e ho imparato tantissimo».

Un consiglio alle migliaia di ragazze che vogliono diventare le nuove “Elisabetta e Maddalena”…

Ragazze: dovete essere semplici, non atteggiatevi a dive, ma siate sempre voi stesse. Poco trucco, tanta spontaneità e siate sempre solari.

Elisabetta prenderà il posto di Luisa Corna a “Controcampo”, tu che cosa farai quest’inverno?

Non lo so. Il lavoro di Elisabetta è molto interessante, a me piacerebbe condurre un programma per giovani, di calcio proprio non me ne intendo. Vedremo, io continuo a studiare recitazione.

Il futuro sempre sul piccolo schermo?

Per ora sono un volto televisivo e il mondo del piccolo schermo mi piace e mi affascina, in futuro chissà.

Magari un fidanzato, visto che sei single?

In questo momento sono molto felice, non sono fidanzata e non sono alla ricerca di un compagno. Non è una cosa che si programma, vedremo il destino cosa mi riserverà.

È vero che il tuo uomo ideale è il “macho” stile Taricone?

No, non è vero. Taricone è un amico, ma il “macho palestrato” non rappresenta il mio uomo ideale. Non guardo molto l’aspetto fisico, io voglio un uomo romantico e dolce.

Da un sondaggio emerge che un buon bicchiere di vino a tavola è una carta vincente in una cena romantica. Sei d’accordo?

Non sono d’accordo, anzi un uomo perde dei punti con me perché non mi piace il vino.

Da piccola sognavi un principe azzurro, ora è vero che non credi nell’amore eterno?

Si, è vero. Gli amori finiscono e molti erroneamente considerano una relazione che dura tre o quattro anni solo una passione. Non è così, ho avuto una lunga relazione quando avevo 14 anni, poi ci siamo lasciati: quello lo considero un amore che poi è finito.

Elisabetta con Bobo Vieri, mentre il mondo del gossip ti attribuisce un flirt con Pippo Inzaghi…

Tutte invenzioni. Ti sfido a trovare una mia foto nelle riviste di gossip. Ci tengo molto alla mia privacy e quando troverò il compagno giusto non avrò problemi a farmi vedere in pubblico con lui.

Descriviti con tre aggettivi.

Testarda, razionale e altruista.

Il tuo peggior difetto?

Sono troppo razionale.

Il successo ti ha cambiato?

Caratterialmente no, sono rimasta la Maddalena con i pregi e i difetti di sempre, è cambiato il modo di pormi alla gente perché la gente si propone con me in maniera diversa. Il più bel complimento che ho ricevuto è quello di una signora che mi ha fermato per strada e mi ha detto di rimanere semplice e solare come sono in tv.

È vero che la moto è la tua grande passione?

Sì, pensa che a 11 anni guidavo già la “Vespa”, ero molto spericolata e mi divertivo ad alzare il mio vespino su una ruota. Poi un giorno i carabinieri mi sequestrarono il motorino… mio padre si arrabbiò moltissimo, ma a 14 anni come regalo di compleanno mi regalò una moto. Oggi sono molto prudente.

Continuando ad utilizzare il sito e scorrendo questa pagina, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni sui cookie

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi